lunedì 18 dicembre 2006

Coniglio "come lo fa la mia mamma"

Questa ricetta, nella mia famiglia ce la tramandiamo da generazioni, cosi lo faceva mia nonna, così lo fa mia mamma, e così lo faccio io...e spero un giorno anche i miei figli, se piacerà :) !
Importante: I tempi per la marinatura. Io l'ho lasciato marinare 24 ore in frigo, come minimo ci deve stare una notte, questo per ammorbidire la carne e togliere il sapore un po' selvatico che c'è se il coniglio non è giovane, se invece il coniglio è giovane, secondo mia mamma non va fatta la marinatura.

Ingredienti:
un coniglio, io non l'ho mai comprato dal macellaio o al super, uso solo quelli ruspanti.
per la marinatura: 1 bottiglia di vino, in questo caso ho usato vino rosso (cabernet), ma si può usare benissimo vino bianco, pepe nero in grani, 2 foglie d'alloro, un cipollotto tagliato a fette, qualche pezzetto di carota e sedano;
Carota, sedano, cipolla per il soffritto,
Olio extra vergine d'oliva q.b.
sale.

Marinatura:
Mettere i tranci di coniglio in una terrina (non metallica) versarci il vino, diluito con acqua, in modo che copra interamente la carne, aggiungere 8-9 grani di pepe, foglie d'alloro, e la cipollata tagliata a fette, e i pezzetti di carota e sedano; rigirare il tutto, coprire e lasciare in frigo almeno per una notte.



Cottura:
preparare il soffritto di cipolla, sedano, carota, (il mio era abbondante, vedi foto) con un po' di olio extra v., quando la cipolla sarà leggermente imbiondita, adagiare i pezzi di carne, cercando di disporli non accavallati, far"sfrigolare" bene la carne da ambo i lati, finché avrà un colorito più chiaro; poi aggiungere pian piano un po' di vino della marinatura, far asciugare, e salare a gusto, io in tutto avrò messo un cucchiaino di sale, ma a me non piace molto salato. Mettere il coperchio sulla pentola, e cuocere per un oretta, verificando che non si asciughi troppo ed eventualmente aggiungere vino della marinata quanto basta.


Il coniglio sarà pronto quando avrà un aspetto brunito, e infilando una forchetta nella carne, risulterà morbida e i pezzetti si staccheranno senza fatica, al più, aprite un pezzo e verificate.

Si può accompagnare alla polenta, e a delle verdure stufate tipo del radicchio tardivo con il porro.

2 commenti:

wheresmymind ha detto...

Looks beautiful!

isabilla ha detto...

thanks, and you would have to taste it!